inspearit alla Torino Agile Conference 2018

CategoriesAgile@scale / Eventi

Come ti cambio l’organizzazione con un Team Agile e un Capo Progetto.

di Stefania Di Cristofalo 

Quali possono essere gli impatti su una organizzazione complessa quando un Team Agile ha la duplice missione di generare valore, realizzando un prodotto di qualità e quella di contribuire a modificare i processi operativi e il modo in cui si fa assicurazione qualità?

Le grandi organizzazioni del settore bancario e dell’ ingegneria dei sistemi, dato il numero di funzioni non Lean/agile, non possono prescindere dal seguire processi operativi IT  definiti che garantiscano il rispetto delle normative di settore. In questo caso, può essere selezionato un team agile la cui mission sia non solo generare valore realizzando un prodotto di qualità ma anche diffondere per contagio il cambiamento nell’organizzazione contribuendo a modificare i processi IT.

In questo modo la cultura si diffonde nell’organizzazione creando terreno fertile alle successive iniziative agili.

Quando la creazione di valore per il business dell’organizzazione implica l’esplorazione di nuove funzionalità, nuove tecnologie e la conformità a stringenti requisiti di normativa, le funzioni Assicurazione Qualità e Sviluppo vanno a braccetto nel prevenire i rischi e a diffondere l’agilità.

Il Change Management nelle transizioni Agile

di Alessio Del Toro

Adottare un framework di Agile Scaling come SAFe, LeSS o Nexus comporta cambiare in modo significativo l’organizzazione e questo cambiamento deve essere gestito con un piano di Change Management adeguato. Per farlo possiamo usare strumenti come ADKAR e Lean Change, due dei modelli di Change Management più utilizzati.

E’ molto utile adottare un modello di Change Management quando ci muoviamo verso un framework di Agile Scaling per mantenere le persone al centro della transizione più che le pratiche. Il cambiamento richiesto è importante e spesso si sottovaluta l’impatto sull’organizzazione, cosa che può portare verso un fallimento della transizione stessa. Un piano iterativo di comunicazione, sponsorship, coaching, training e resistance management possono aiutare a migliorare nelle 5 aree di ADKAR e rendere la transizione un successo aiutando gradualmente le persone al nuovo modo di lavorare.

News correlate

OTTOBRE 29, 2019

I nostri talk a IAD 2019...

Il nostro coach Stefano Lucantoni presenta il talk che terrà sul palco...

OTTOBRE 27, 2019

I nostri talk a IAD 2019...

Il nostro coach Dimitri Favre presenta il talk che terrà sul palco dell’Italian...

OTTOBRE 23, 2019

I nostri talk a IAD 2019...

Il nostro coach Stefano Muro presenta il talk che terrà sul palco dell’Italian...