Ecco l’elenco di tutti gli interventi che hanno animato le due giornate, potrai scaricare le slide dei talk.

Coach:
Stefano Lucantoni

Tipo Evento:
Talk

Orario:
10.00 – 10.50

Agile organization

Cos’è una Organizzazione Agile? Quali sono i principi alla base di questo nuovo modo di vivere le organizzazioni?
In questo talk capiremo attraverso  degli esempi, perché la  metafora organizzativa utilizzata per spiegare le organizzazioni agili è quella dell’organismo vivente e come questa metafora è interpretata in vari contesti.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Alessio Del Toro

Tipo Evento:
Talk

Orario:
11.00 – 11.50

Il Change Management nelle Transizioni Agili

Quanto è importante adottare un modello di Change Management quando ci muoviamo verso una transizione Agile? Il cambiamento richiesto è importante e spesso si sottovaluta la magnitudo di questo impatto sull’organizzazione con il rischio di fallire la transizione. Un piano iterativo di comunicazione, la sponsorship, il coaching, il training e il resistance management possono aiutare a migliorare nelle cinque aree previste dal modello di change ADKAR e rendere la transizione un successo.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Stefano Lucantoni

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
11.00 – 12.50

Agile Gaming: la scienza della felicità

In questo workshop esploreremo insieme alcune delle principali scoperte della Psicologia Positiva e come i più grandi game designer vi attingano a piene mani facendo la fortuna dell’industria dei giochi e la gioia dei giocatori. Giocheremo insieme per rispondere alla domanda “Cos’è un buon gioco?” e ci confronteremo su come i metodi agili siano in sé giochi ben disegnati e di come questa “lente” alternativa possa offrire nuovi strumenti per aiutare team e organizzazioni. Cosa mi porto a casa: nuove conoscenze su Gaming e su cosa ci rende felici nonché come sfruttare tali conoscenze nel nostro lavoro con i team agile.

Coach:
Stefania Di Cristofalo

Tipo Evento:
Talk

Orario:
11.00 – 11.50

Leadership e auto-organizzazione

L’agilità richiede ai Leader la capacità di  comunicare intenzioni e ambizioni di business sviluppando il potenziale di ogni persona che vive l’organizzazione, generando un clima collaborativo in cui sia preservata la sicurezza psicologica. Richiede ai follower il coraggio di prendere decisioni e trasformare le idee in azioni, consapevoli di dove si vuole arrivare, di quali siano le forze in campo. Alcune frasi, nell’organizzazione agile non sono ammesse: “Non rientra nel mio ambito, qualcuno ci penserà, se lo faccio e sbaglio poi ne pago le conseguenze”.

Coach:
Dimitri Favre

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
11.00 – 11.50

Kanban Pizza

Due pizzerie si sfidano nell’offrire ai propri clienti un prodotto di qualità nel minor tempo possibile. Organizzazione del flusso del lavoro, qualità degli ingredienti e del servizio sono al centro di questo workshop in cui tutto si gioca sulla capacità di collaborare e allocarsi il lavoro.

Coach:
Dimitri Favre

Tipo Evento:
Talk

Orario:
12.00 – 12.50

NO Projects, un mondo senza progetti

Siamo talmente abituati a pensare per progetto che lo diamo per scontato, nonostante questo approccio sia a volte disfunzionale e non sempre rispettoso dell’agilità. La quasi totalità degli sviluppi software è basata su un approccio per progetto. Un progetto, per definizione, è qualcosa di effimero. Ha un inizio, e soprattutto una fine, qualcosa di temporaneo. Il software non è temporaneo. Un software sopravvive e viene modificato continuamente fino a quando esiste almeno una persona che lo utilizza.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Alessio Del Toro

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
12.00 – 12.50

Lego Team

Un team è un insieme di persone, ciascuna con la propria personalità, il proprio carattere, le proprie esperienze di vita. A volte collaborare può essere davvero sfidante. In questo workshop sarai ingaggiato nella costruzione di  un oggetto con il lego facendo i conti con le forze in campo e smascherando quelle frenanti.

Coach:
Stefania Di Cristofalo

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
12.00 – 12.50

Poligono Bendato

Essere agili significa anche saper riconoscere ciò che emerge dal campo per adattarsi. E’ necessario ascoltare, accogliere le idee dei colleghi, ponderare soluzioni, concordare le azioni da mettere in atto. In questo workshop ti muoverai  insieme ai tuoi colleghi per realizzare un poligono ed un cerchio. Tre  soli strumenti: stoffa, una corda, il tuo corpo.  Potrai raggiungere l’obiettivo solo facendo squadra.

Coach:
Stefania Di Cristofalo

Tipo Evento:
Talk

Orario:
14.00 – 14.50

Lean o Agile, scrum o Kanban?

Agile è un paradigma, un insieme di valori, principi e pratiche che affonda le sue radici nel mondo Lean. Cosa ha ereditato? Cosa ha introdotto di nuovo? In che modo Scrum e Kanban sono la manifestazione di principi Agile e Lean? Quali sono le differenze e gli ambiti di applicazione?

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Stefano Lucantoni

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
14.00 – 15.50

Visual Facilitation

Supportare singoli o gruppi nel problem solving e nella definizione di un piano d’azione efficace è un’attività complessa. In questo workshop vedremo i principi alla base della facilitazione visuale e  ci eserciteremo con una particolare tecnica di facilitazione visuale e di coaching chiamata “Ferris Wheel Technique” che potrà rivelarsi molto utile per chiunque si trovi ad assolvere ad un ruolo di supporto alla soluzione di problemi complessi per una o più persone. Cosa mi porto a casa: Una tecnica avanzata per il supporto al problem solving di singoli e gruppi di persone.

Coach:
Alessio Del Toro

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
14.00 – 14.50

Delegation Poker

La leadership Agile comporta un cambio di paradigma nelle interazioni con i collaboratori i quali sono abilitati a prendere decisioni prima centralizzate nelle figura del “capo”. In questo workshop sperimentiamo diversi livelli di delega legati a casi aziendali mediante le carte del Delegation Poker del Management 3.0 e identifichiamo i criteri sulla base dei quali delegare.

Coach:
Dino Ippoliti / Carla Severi

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
14.00 – 15.50

Christmas Scrum

Quanti ninnoli da appendere all’albero di Natale riesci a costruire in pochi minuti insieme alla tua squadra? In questo workshop sperimenterai tutte le fasi di Scrum in diverse iterazioni di lavoro portandoti a casa quanto realizzato collaborando con il team.

Coach:
Alessio Del Toro

Tipo Evento:
Talk

Orario:
15.00 – 15.50

Product Owner, scopriamo questo sconosciuto

Una delle caratteristiche più conosciute del Framework Scrum è il ruolo del Product Owner, un ruolo del quale  le responsabilità e le pratiche sono abbastanza chiare a livello di team. Quando però parliamo di diversi team che lavorano su un unico prodotto, diventa molto più difficile interpretare la Product Ownership.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Stefania Di Cristofalo

Tipo Evento:
Workshop

Orario:
15.00 – 16.50

Christmas Design Thinking

Il riconoscimento del valore dei propri colleghi è un aspetto fondamentale della vita Agile, esso genera fiducia e rispetto e migliora la collaborazione. In questo workshop utilizzeremo il Design Thinking, modalità di pensiero creativo orientato alla soluzione di problemi, per generare consapevolezza riguardo l’esperienza del riconoscimento come dono.

Coach:
Stefano Lucantoni/ Stefano Muro

Tipo Evento:
Talk

Orario:
16.00 – 16.50

La motivazione delle persone in un mondo Agile

La motivazione è un elemento fondamentale per la competitività di un’azienda. Come è creata e mantenuta viva la motivazione dalle metodologie agili? Scopriamo i meccanismi per cui alcune persone si sentono motivate e altre no e alcuni strumenti per mantenere viva la motivazione nell’organizzazione.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Alessio Del Toro

Tipo Evento:
Talk

Orario:
16.00 – 16.50

Scalare Agile: pattern & anti-pattern

I framework di scaling Agile si sono ormai diffusi in molte organizzazioni. Alcune di queste implementazioni sono vicine ai principi Agile, altre meno. Alcuni pattern di applicazione di questi framework sono virtuosi altri sono anti-pattern che possono portare a scarsi risultati o a peggiorare il modo di lavorare delle organizzazioni stesse, sia che si usino framework più prescrittivi come SAFe e LeSS, sia che si usino quelli più semplici come il non-modello Spotify, sia con implementazioni custom. Cosa mi porto a casa: comprensione dei pattern virtuosi e di anti-pattern nella applicazione dei framework di scaling, come riconoscerli e scegliere.

Download:
Scarica le slide!

Coach:
Dimitri Favre

Tipo Evento:
Talk

Orario:
16.00 – 16.50

Dica 33

Anche i progetti agili falliscono. Possiamo capire e diagnosticare per tempo i sintomi che, se presi in ritardo, portano al disastro? Quali sono i sintomi da cercare? Quali le cure? La conoscenza dei tipici anti-pattern nell’adozione di Scrum all’interno dei team ci può aiutare a riconoscerli, anticiparli e curarli.

Download:
Scarica le slide!

Vuoi saperne di più?